About Us

The gallery displays modern and contemporary art, with particular focus on new and current Italian and international artists.
Exhibitions, events and publications are specifically created for the gallery.

x

galleriaarrivada

animazione-opera

Homeworks—Esercizio numero 6

Simone Berti Sergio Breviario Jacopo Candotti Mirko Canesi Guendalina Cerruti T-Yong Cheung Ornaghi e Prestinari Alberto Scodro Jonathan Vivacqua

Curated by: Samuele Menin

Guest start: Giuseppe Riccardo Lanza

Maestri: Realizzare un’opera ispirata a Giuseppe Riccardo Lanza

Giovedì 23 giugno 2016
Opening h.18:30

Giugno è arrivato e con esso la ne delle scuole e — nonostante il bel tempo si stia facendo ancora desiderare — i ragazzini riempiono i parchi, i campi estivi e le vite dei nonni con la loro energia. Anche per gli studenti di Homeworks si stanno avvicinando le tante agognate vacanze ma ancora un esercizio li aspetta, l’ultimo di questo bellissimo anno che ci ha portato a confrontarci in maniera divertente e inaspettata con alcune delle proprietà che caratterizzano un’opera d’arte: colore, dimensioni, pubblico.

Per quest’ultimo appuntamento ho chiesto ai nostri studenti di confrontarsi con l’opera di Giuseppe Riccardo Lanza, una gradita riscoperta; infatti la Storia dell’Arte è bella perchè riserva sempre delle sorprese. Io, ad esempio, mi sono imbattuto nell’opera di Lanza grazie ad un articolo pubblicato da Pianeta, rivista, degli anni 60/70, di Scienza e Occultismo diretta dallo scrittore francese Louis Pauwels. Poche foto in bianco nero mi hanno affascinato e portato alla conoscenza di questo artista nato nel 1933, vissuto per quasi la totalità della sua vita a Piossasco un comune della provincia di Torino e attivo a fasi alterne sulla scena artistica italiana e internazionale tra gli anni 50 e il 1986, quando viene a mancare. Di lui mi ha affascinato l’immaginario fatto di corpi reali e pesanti che divengono segni e alfabeti; isole, spiagge e skyline di città materializzate nel colore e nelle forme, o solcate da segni e intrecci che divengono scrittura, una scrittura fatta da pennini ingigantiti no a diventare esseri umani. Perchè se Lanza nella sua produzione, come potrete vedere in mostra, ha spaziato dalla pittura alla scultura, dal design all’oreficeria, dalla fotografia all’architettura, dalla serigrafia alla performance al centro di tutta la sua ricerca è rimasto l’uomo e il corpo perché come lui stesso scrive: Il corpo non vive solo dentro se stesso, il corpo vive nel corpo degli altri, il corpo vive nel corpo di altri corpi, il corpo si estende nel corpo della natura, nella dimensione dell’infinito.

Vedremo invece cosa avranno saputo cogliere i nostri studenti nelle sue opere ricordando come: l’arte è sempre qualche cosa di personale, o non è arte, come scrive, sempre Giuseppe Riccardo Lanza nella sua autobiogra a, autoprodotta e per questo in linea con tutta la sua creatività, nell’ottobre del 1982.

Vi aspettiamo!!!

Questo esercizio è stato possibile solo grazie alla preziosa collaborazione del Comune di Piossasco (TO), della Fondazione Alessandro Cruto,
di Rosanna Balbo, Claudio Zanellato e Guglielmo Lanza.


Potrete seguire l’evoluzione del progetto su: homeworksmilano.tumblr.com


Orari
venerdì 24 giugno: 15:00/19:00
sabato 25 giugno: 15:00/19:00

ingresso con parola d’ordine: maestri

la mostra sarà visitabile
fino al 20 luglio su appuntamento:
homeworkmilano@gmail.com
tel. 349 4406573